La magia di quel bambino che è ancora in noi

La magia di quel bambino che è ancora in noi

È il mio terzo inverno ad Amsterdam e, finora, ho visto pochissima neve. Come in qualsiasi città, ogni volta che nevica la gente si lamenta: i trasporti che non funzionano, i marciapiedi ghiacciati, le strade scivolose, il traffico, ecc ecc.

A me la neve piace. Anche in città. Per la mia gioia, pochi giorni fa ha finalmente nevicato anche qui. Sono uscita di casa con la mia bicicletta. Nonostante le ciclabili più pulite dei marciapiedi, la strada era quasi deserta. E io sono arrivata al lavoro canticchiando.

La sera, prima di tornare a casa, faccio due passi in centro. Ci sono un ragazzo ed una ragazza che si rincorrono, avranno venticinque, forse trent’anni. Puliscono i tavolini dalla neve e se la lanciano addosso. Ridono. Passa un bambino che li osserva incuriosito. Dopo qualche minuto di esitazione, e qualche cenno di incoraggiamento da parte del padre, si tuffa in una battaglia di palle di neve con i due ragazzi che – divertendosi più di lui – ricambiano i lanci.

Non riuscivo a smettere di guardarli. In un mondo pieno di individui che si distraggono troppo facilmente dai soldi e dalle cose materiali ci sono ancora loro: quelle persone che non si dimenticano mai di essere stati bambini.

Le persone che mantengono vivo quel bambino sono le stesse che portano colore alla vita.

One comment

  1. Luk

    esatto! la neve (per un periodo limitato) piace a molti. Mi chiedo spesso per quale ragione primitiva alcuni di noi provano questa attrazione verso un fenomeno meteo piuttosto curioso. Non potrei vivere in un inverno colmo di neve, o forse si. Ma anche questo anno mi e’ mancata una bella nevicata. Vorrei che qualcuno mi spiegasse le ragioni profonde per cui il nostro subconscio trae divertimento da questo fenomeno. Aldila’ delle apparenze deve esserci una motivazione primitiva, ancestrale. Come per esempio il suo contrario, temo l’acqua profonda, mi da angoscia, come se dovessi esserne risucchiato e perduto. Una sorta di attrazione/repulsione verso le cascate di acqua. Mente la neve no ! mi ricorda la coperta che ci scalda, eppure e ‘ fredda ghiacciata!
    Grazie per aver condiviso il tuo pensiero.
    Ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.