Un sorriso

Un sorriso

Non prendo quasi mai gli autobus o i tram ad Amsterdam. Non sopporto aspettare, odio stare attaccata alle persone di prima mattina, non riesco ad uscire dalla porta sapendo che un minuto di più passato a scegliere una playlist su Spotify mi farebbe perdere l’autobus. Mi piace un sacco saltare sulla mia bici rumorosa e attraversare la città pedalando. A volte insultando il tempo olandese, a volte canticchiando, a volte distraendomi guardando i gabbiani litigare per del cibo.

C’è una cosa che non si riesce a fare andando in bicicletta, però: osservare attentamente le persone.

Ieri, essendo sabato, ho deciso di andare in centro usando il tram. Al momento di tornare a casa, ero un po’ infastidita dalla mia stessa decisione. Per fortuna (almeno quello) c’erano vari posti a sedere liberi. Mi siedo. Guardo ciò che accade fuori dal finestrino. Dopo pochi minuti, giro lo sguardo davanti a me e vedo una bambina – seduta vicino ad una mamma intenta ad usare il telefono – che mi fissa e sorride. Un sorriso bello, caldo, sincero. Le sorrido. Continua a guardarmi per tutto il tragitto, sorridente e palesemente felice di essere lì.

Adoro i sorrisi sinceri.

2 Comments

  1. Luk

    Ciao! ………..
    Osservare le persone! il mio sport preferito. Per questo adoro i mezzi pubblici e alla guida dell’auto sono un pericolo perche’ mi distraggo nel guardare le situazioni che incrocio. Ed il treno in particolare permette di attrezzare un laboratorio di osservazione privilegiato. Il treno e’ come la vita, tante persone che salgono sullo stesso vagone e poi nelle varie fermate scendono e ne salgono delle altre da conoscere e con cui condividere un tratto del viaggio. Un tempo mi piaceva annotare su un taccuino tutte le situazioni curiose e particolari. Peccato che non ho piu’ quei taccuini, li ho lasciati in qualche fermata di una qualche stazione passata. Ma sono cambiati i tempi. Oggi in treno si trovano solo persone immerse nel loro cellulare. Nessuno piu comunica.
    Nei tempi della “comunicazione facilitata” nessuno piu comunica. Sembra una contraddizione, ma…
    Quel fott..to Steve Jobs alla presentazione del IPhone disse :” mettero’ in comunicazione il mondo”, in effetti ha chiuso le porte e ha aperto uno spioncino da cui spiare gli altri.
    I sorrisi dei bimbi non si possono vedere su Insta/faceb/whatsap/blablabla…
    In caso, sono fotoshoppati.
    Evviva il treno! 🙂

    1. maddame

      Ciao!
      Non posso che pensare a quella persona che, trovando i tuoi taccuini in una stazione a caso, ha passato qualche ora della sua vita a leggere le parole di uno sconosciuto. Magico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.